martedì 12 febbraio 2013

Pomeriggio lungo l'Isar

Vista dal Corneliusbrücke verso Reichenbachbrücke

Domenica me ne sono andata un po' a spasso sfidando il freddo polare ma invogliata da quel bel sole che dava l'impressione che fuori ci fossero più di -5°C...

Ho messo le mie scarpe più comode (e più calde), guanti, berretto e sono partita per l'Isar, fermata U1/U2 Fraunhoferstraße: il mio programma per il pomeriggio è stato attraversare i ponti lungo l'Isar dal Reichenbachbrücke fino al Friedensengel, attraversando Corneliusbrücke, Boschbrücke (con la statua di Otto von Bismarck, fondatore del Reich tedesco nonché cittadino onorario di Monaco) sulla Museumsinsel, proseguendo sul ponte costruito sulle chiuse dell'Isar fino al Meilerweg superando il Maximilianeum e arrivando infine al Luitpoldbrücke. Un bel giro panoramico che vi consiglio di fare!


Friedensengel, l'angelo della pace

Qui a Monaco appena spunta un raggio di sole, egal che temperatura ci sia fuori, i tedeschi migrano verso gli spazi aperti (non posso dire "verdi" perché erano ricoperti di neve), armati di slittini, biciclette, bastoni per la camminata nordica, con bambini e cani al seguito. Ci sono poi i maniaci dello sport di tutte le età che non rinunciano a una bella corsetta nelle loro tutine attillate, sfidando il freddo polare e soprattutto i lastroni di ghiaccio a terra, in salita e in discesa. Sulle rive dell'Isar poi ho visto addirittura un temerario (vecchietto con tanto di barba alla Santa Klaus) fare esercizi di riscaldamento prima di fare una nuotatina, per temprare il fisico. Ricordando un post di Mari ho pensato: "beh, è tedesco!". Io solo a guardarlo sono andata in ipotermia.

Guardando quel temerario sfidare il Generale Inverno ho pensato che forse qualche pazzo che surfava all'Eisbach c'era... e così sono andata a vedere. Niente. Nessuno a calvalcare le onde. Sinceramente sono rimasta un po' delusa.

E per concludere in bellezza, sulla strada verso casa, mezza congelata, ho trovato un bel manifesto sulla profezia dei Maya: "vi siete persi l'apocalisse? Tranquilli, è già successo!".

Vi siete persi la Fine del Mondo? La Top-5 di riferimento: 2012, 2005, 2003, 300 a.C.
A Monaco ce n'è sempre una...

1 commento:

  1. Con il freddo incredibile ,meno 18 e tanta neve gelata conobbi sul fiume isar un angelo biondo con gli occhi verdi, ci guardavamo furtivamente mentre passeggiavamo. L'angelo mi guardo' e chiese : scusi , prima ho visto che telefonava, il mio cell e' scarico potrei fare una breve telefonata con il suo ? Certamente risposi. Dopo la brevissima tel l'angelo mi invito' a bere una cioccolata calda ed io accettai. Alla fine della pausa brufoloingrassereccia mi diede il suo numero di tel. Dicendomi, se vuoi chiamami possiamo andare a ballare e poi a bere un'altra cioccolata a casa mia. Andammo a ballare e nella sua camera ci ,scusate, mi innamorai. 7mesi di passine finiti in una manciata di minuti senza spiegazioni, semplicemente cosi': questa notte e' stata l'ultima notte che la passiamo insieme,addio.Ho capito che gli angeli tedeschi non chiedono, prendono quello che vogliono, mi dispiace perche' non riescono ad esternare i sentimenti, li chiudono dentro,vivono meno emozioni. Mmarco

    RispondiElimina

Caro viaggiatore, fermati e lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...